Uve

Le tre varietà di uve che possono essere incluse nel vero Champagne sono lo Chardonnay, il Pinot Nero e il Pinot Meunier.

Le cuvée Armand de Brignac ottengono il loro colore oro antico luminoso ed il fine perlage dalla qualità delle nostre uve Chardonnay, mentre il Pinot Nero assicura corpo, vigore e profondità al palato. Infine, il Pinot Meunier aggiunge rotondità, sfumatura e sapore fruttato alle cuvée della nostra gamma.

Per Armand de Brignac, queste uve sono selezionate soltanto dai migliori vigneti a La Marne, compresi i paesi classificati Grand Cru, quali Cramant, Avize, Oger e Choilly, e le città Premier Cru, tra cui Ludes, Rilly-la-Montagne, Villers Allerand, Taissy, Villers Marmery e Mareuil-sur-Ay.

Raccolta & Pigiatura

Per essere in armonia con la reputazione di vino celebrativo dello Champagne, la raccolta è un periodo gioioso nelle vigne.

È il periodo in cui le uve finalmente sono pronte per essere trasformate in vino. Si potrebbe anche pensare che parte dei festeggiamenti legati alla raccolta vengono conferiti attraverso i 250 milioni di bollicine di ciascuna bottiglia di Armand de Brignac.

La raccolta normalmente avviene in due settimane di settembre, anche se le condizioni atmosferiche a volte impongono cambiamenti di date. Per legge, tutte le uve dello Champagne devono essere raccolte a mano; durante queste due settimane, i vigneti pullulano di operai, compresi i membri della nostra famiglia, che raggiungono il personale della cantina nei campi. Per i festeggiamenti della raccolta, tutti ne approfittano per godersi le riserve dello chateau, che vengono servite assieme alle pietanze tradizionali del posto. Queste tradizioni risalgono a vari secoli fa, quando i nostri vigneti appartenevano ed erano curati dagli incaricati del Re Luigi XV, e i reali gustavano i migliori vini prodotti da ciascuno chateau.

Al giorno d’oggi molti produttori dello Champagne utilizzano dei torchi industriali di grandi volumi; al contrario, per produrre lo Champagne Armand de Brignac noi utilizziamo un torchio tradizionale Coquart. Ciò garantisce l’estrazione lenta e di alta qualità del prodotto dalle uve che abbiamo attentamente selezionato a mano; ogni bottiglia proviene da una piccola frazione della prima pigiatura delle uve. Per ottenere la classificazione di prestige cuvée, Armand de Brignac proviene dal vino più fine e ricco di ciascuna raccolta. Ciò consente allo Champagne di divenire più complesso e delicato con l’invecchiamento.

Miscelazione & Invecchiamento

Una volta pigiate le uve, gli enologi, padre e figlio, del nostro chateau creano le miscele del marchio che incarnano la qualità e la personalità assoluta di Armand de Brignac.

Per ciascun imbottigliamento, vengono miscelate tre diverse vendemmie di anni di raccolta eccezionali allo scopo di creare la cuvée finale. L’arte di miscelare le vendemmie e le varietà dello Champagne è la parte più importante di questo mestiere e consente ai nostri vinificatori di conservare il carattere della cantina di anno in anno.

Quando i nostri maestri enologi hanno ottenuto la formula perfetta, Armand de Brignac viene imbottigliato da un artigiano mediante attrezzature di stampo tradizionale. Sebbene questo processo accurato limita la nostra produzione, consente ai nostri artigiani esperti di garantire che ciascuna bottiglia di Armand de Brignac soddisfi gli standard più alti di qualità e spirito artigianale.

Dopo che il nostro Champagne è stato imbottigliato e sigillato, le bottiglie sono immagazzinate in una sezione speciale separata delle cantine, che è designata per le condizioni ideali di invecchiamento di tali miscele. Scendendo per più di 119 gradini (più di 30 metri) nel sottosuolo, le cantine sono considerate tra quelle più profonde nella regione dello Champagne e conservano una temperatura fresca costante che contribuisce al processo di invecchiamento lento e naturale necessario per creare lo straordinario carattere delicato di Armand de Brignac.

Remuage & Dégorgement

Dopo un invecchiamento di quattro-cinque anni nelle cantine di gesso, le bottiglie vengono collocate in cavalletti tradizionali di legno per essere sottoposte all’operazione di remuage, un processo centenario di rotazione.

Durante il remuage, ciascuna bottiglia viene leggermente girata a mano tutti i giorni allo scopo di separare i sedimenti che si depositano nel collo della bottiglia. È necessario un mese intero di rotazione graduale per depurare il vino in modo completo e perfetto senza disturbare il suo naturale processo di invecchiamento. Molte cantine di Champagne al giorno d’oggi utilizzano dei dispositivi di rotazione meccanizzati, ma per essere in armonia con la tradizione che permea tutto il nostro processo, noi continuiamo a eseguire il remuage a mano. Dopo 30 giorni di rotazione e separazione, i sedimenti sono eliminati, sempre a mano, nella cosiddetta fase di dégorgement.

Dosaggio

Una volta eseguita l’operazione di dégorgement, alla miscela di Armand de Brignac viene aggiunto un liqueur de dosage speciale, che è prodotto da una formula di famiglia mantenuta in assoluta segretezza.

Creato da una miscela dei vini fermi migliori fin da prima della raccolta e invecchiato per un anno intero in botti di legno di quercia di Borgogna e Champagne, il dosaggio conferisce sfumature delicate allo Champagne; come dicono i nostri vinificatori: “un tocco d’anima”. Questa fase è particolarmente importante per conservare il carattere unico di Armand de Brignac: nessun altro vino al mondo comprende la stessa combinazione di vendemmie selezionate meticolosamente provenienti dal nostro terroir privato e nessun altro Champagne invecchia il dosaggio, e non la cuvée principale, in legno di quercia.

Finitura

Durante il processo di finitura, le bottiglie vengono tappate e sigillate secondo le procedure dei nostri artigiani mediante l’impiego di un’apposita pressa.

Le bottiglie di Armand de Brignac sono decorate e delicate, quindi devono essere manipolate con attenzione, tenendo in considerazione la particolare forma e decorazione. Una volta inserito il tappo e la relativa gabbietta metallica detta “muselet”, essi vengono fissati mediante una capsula nera con impresso il cimiero Armand de Brignac. Durante l’ultima fase di produzione, alla bottiglia vengono applicate quattro targhette di peltro e poi sarà lucidata a mano. In questo modo, ciascuna bottiglia diventa un’opera d’arte unica ed esclusiva. Quando due bottiglie sono disposte l’una di fianco all’altra, si possono notare delle piccolissime differenze nei fini dettagli del peltro, così come nella tinta e nella struttura del metallo battuto. Una cosa è vera per tutte le bottiglie di Armand de Brignac: lo Champagne contenuto, che è morbido e setoso, cremoso e complesso.